L’Etna, i selvaggi Nebrodi e La Valle dell’Alcantara

Un tour in mountain bike alla scoperta dell’Etna, dei selvaggi Nebrodi e della Valle dell’Alcantara. Un’avventura in Sicilia, la terra del Sole. I Miti, la Storia e la Natura!


Primo giorno: Arrivo

Arrivo in aeroporto e trasferimento in albergo sull’Etna. Cena e pernottamento.


Secondo giorno: Il Giro dell’Etna: dal versante Sud al versante Nord-Est – 50km con 1000 metri di dislivello in salita

img_20161013_113138Incontro con la vostra guida e partenza all’esplorazione di Sua Maestà l’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, attraverso un territorio unico per un’esperienza indimenticabile in sella alla vostra mountain bike. Si pedalerà attraverso distese di roccia lavica dove il nero si interrompe bruscamente per dare spazio al verde delle fitte pinete e boschi di castagni, in una continua alternanza di predominanza delle forze della natura.

Da Piano Vetore (Etna Sud) ci dirigiamo alla volta versante Nord, percorrendo la famosa Pista Altomontana, incontrando diversi rifugi di montagna nella loro caratteristica costruzione in pietra lavica. Il terreno metterà alla prova i ciclisti e le bici. Roccia e sabbia lavica ci accompagneranno per parte della pedalata, per poi lasciare all’improvviso il passo a fitte pinete e ricco sottobosco dalla splendida vegetazione.

L’Etna è una montagna viva, che respira. Spesso ci si trova a pedalare e sentire in sottofondo la “voce” possente del vulcano che accompagna i ciclisti verso l’arrivo in quota. Questa sarà una pedalata indimenticabile, fino alle porte di Milo, dove ci fermeremo in Agriturismo per la cena e il pernotto.  


Terzo giorno: gli alberi monumentali dell’Etna e la degustazione vini – 35km e 400 metri di dislivello in salita

img_20151026_132042In questo giorno si pedalerà nel versante Est del Vulcano facendo visita a due dei più belli e antichi alberi dell’intero pianeta: l’Ilice di Carrinu, un leccio di 700 anni dall’impressionante imponenza e bellezza, e il Castagno dei Cento Cavalli, il castagno più antico e maestoso sulla terra. Nonostante la distanza di oggi non sia molto lunga, in questo giorno si avrà l’opportunità di pedalare sui alcuni tra i tratti più interessanti dell’Etna Marathon, la famosa gara di mountain bike che si svolge a Milo, con le sue rampe impegnative e i divertenti single-track. Una fermata in una delle più antiche e rinomate Aziende Vinicole del territorio per una splendida degustazione dei loro vini, sarà la giusta ricompensa per le fatiche di oggi. Alla fine rientro in Agriturismo per la cena e il pernotto.


Quarto giorno: Etna e i monti Nebrodi – 70 km e 1200 metri di dislivello

Dall’Etna si passa alla esplorazione dei sentieri del Parco dei Nebrodi con i suoi paesaggi mozzafiato.

Partenza dall’Etna in direzione della bellissima città medioevale di Randazzo e quindi verso Floresta, piccolo centro nel cuore del Parco dei Nebrodi. Il percorso ci porta sulla pista che costeggia il torrente Flascio e ai piedi di Monte Colla. Entusiasmante percorso attraverso i fitti boschi del Parco dei Nebrodi e spettacolari panorami. Grande varietà di flora e fauna indigena. Incredibili scorci di natura selvaggia, canyon e splendidi panorami dell’Etna, della costa tirrenica e di quella ionica. Rientro in direzione Castiglione di Sicilia attraverso la famosa strada del vino dell’Etna. Cena e pernottamento a Castiglione di Sicilia


Quinto giorno: i monti Peloritani – Km. 52  e 1050 metri di dislivello in salita

IMG_20161015_123725Giornata dedicata ai Monti Peloritani. Partenza da Castiglione di Sicilia in direzione dei Monti Peloritani, che delimitano la costa orientale della Sicilia, passando attraverso i caratteristici villaggi rurali di Francavilla di Sicilia. Si prosegue in fuoristrada in direzione Portella Mandrazzi. Qui i panorami sono mozzafiato e si può apprezzare la tranquillità di queste montagne meravigliose. Si scende verso il Bosco di Malabotta, una delle più antiche aree boschive siciliane, con i suoi vecchi “Patriarchi”, alberi dalla circonferenza di circa 6 metri. Quindi si rientra  a  Castiglione di Sicilia, dopo una breve visita alla Cuba Bizantina, un’antica cappella bizantina del VII secolo. Cena e pernottamento.


Sesto giorno: La Valle dell’Alcantara – km 55 con 600 metri di dislivello in salita

dsc03165-copiaGiornata dedicata all’esplorazione della meravigliosa Valle del fiume Alcantara. Si parte da Castiglione di Sicilia e attraverso un percorso in fuoristrada, sarà possibile ammirare le meraviglie della Valle, dove il fiume Alcantara ha scavato il suo letto, creando sul finire del suo corso una fenditura tra due pareti di basalto: le famose gole dell’Alcantara, appunto. La struttura delle pareti, alte decine di metri, è caratterizzate in alcuni punti da strutture colonnari che richiamano allineate “canne d’organo”, eleganti “ventagli” e ordinate “cataste di legna”. L’ambiente fluviale, tra laghetti e cascate d’acqua, è prevalentemente caratterizzato dalla macchia mediterranea. Si costeggerà il fiume fino al suo sbocco a mare nei pressi di Giardini Naxos, dove avremo si avrà il tempo per una breve visita alle antiche rovine greche,  per poi risalire il fiume verso Castiglione.


Settimo giorno: Partenza

Trasferimento da Castiglione di Sicilia all’aeroporto di Catania

Le tappe del tour

Etna Sud
Etna Nord Est
Etna - Nebrodi
Monti Peloritani
Valle dell'Alcantara