Sud Sicilia Hike & Bike tour

L’esplorazione di territori nella natura ancora incontaminata, ricchi di storia, arte e tradizioni culinarie. Un tour nelle meraviglie del Sud della Sicilia. Tre escursioni a piedi e tre in mountain bike per vivere e scoprire le riserve naturali dell’area sud orientale dell’isola e l’affascinante barocco di Ferla, Palazzolo e Noto, Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO.


 

Primo giorno: Arrivo

Arrivo in aeroporto e trasferimento in albergo. Incontro con le vostre guide, briefing di presentazione, cena e pernottamento.

 

Secondo Giorno: Hike

Riserva Naturale Orientata di Pantalica, Torrente Calcinara & Fiume Anapo

7 Km + con 300 mt dislivello

Incontro con la vostra guida naturalistica ed inizio dell’escursione.

Il territorio della  Riserva Naturale Orientata costituisce uno straordinario complesso di grande interesse naturalistico, paesaggistico  e archeologico. Il fiume Anapo – che è il principale dei numerosi corsi d’acqua perenni dei Monti Iblei , scorre verso oriente e sfocia nel Porto Grande di Siracusa. Pantalica con le sue tombe scavate tra il IX E X secolo A.C., oggi  è un importante sito archelogico riconosciuto nel mondo. Il nostro trekking partirà dalla vecchia stazione del treno che un un tempo collegava Catania con Ragusa.  All’interno della Valle sarà possibile ammirare l’antico acquedotto Greco – detto Galermi-. L’acqua del fiume Anapo incanalata nelle condotte alimentava un tempo Siracusa. Poi in salita raggiungeremo l’antica città dei morti- Pantalica–  che  con le sue 5.000 tombe rappresenta un esempio di arte funeraria pre-greca. Il paesaggio dalla vetta del tavolato carsico è incantevole. Trovati i ruderi del palazzo bizantino faremo ritorno al punto di partenza.

 

mountain biking in the Anapo Valley

Terzo Giorno: Mountain bike

Valle dell’Anapo – Palazzolo Acreide, 52 km con 850 metri di dislivello in salita

Incontro con la vostra guida e partenza all’esplorazione della riserva naturale di Pantalica e della Valle dell’Anapo, un’area dall’elevato interesse archeologico-naturalistico.

Si parte in bici da Sortino in direzione Ferla, attraverso il bellissimo bosco dei Giarranauti, nella parte superiore dell’altipiano di Pantalica. La zona, oltre ad essere suggestiva per la presenza di una bellissima pineta, è anche ricca di testimonianze del passato, soprattutto di epoca Bizantina. Si pedala percorrendo dolci pendii, a volte un po’ più impegnativi, su strade bianche, delimitate dai caratteristici muri a secco dei monti Iblei, antichi muretti costruiti in passato per delimitare le zone di pascolo e i confini di proprietà.

Lasciando il bosco dei Giarranauti si arriva a Ferla, spettacolare cittadina della catena Iblea con bellissimi esempi di chiese in stile barocco, anche se di pregio minore rispetto alla più blasonata Noto.

Dopo una breve sosta a Ferla, si pedala in discesa verso il fondo valle per pedalare all’interno della Riserva Naturale Orientata di Pantalica e della Valle dell’Anapo lungo l’ex tracciato ferroviario costruito all’inizio del ‘900, convertito in pista ciclabile, che scorre lungo la valle accanto al fiume Anapo e che permette di visitare e scoprire scorci di bellezze naturali caratterizzate da una spiccata biodiversità floreale.

Pedalando sempre sull’antico tracciato ferroviario, si arriva alle porte di Palazzolo per la cena e il pernotto.

 

mountain bike nella valle dell'Anapo

Quarto giorno: Hike

La Sorgente Bberritta – 5 km con 100 mt metri di dislivello in salita

Incontro con la vostra guida naturalistica ed inizio dell’escursione.

Nel metterci in cammino, prendiamo una mulattiera, circondata da filari di olivo sevatico, terebinto e querce, poi ad un certo punto il sentiero diviene il tipico percorso ibleo, caratterizzato da un antico passaggio naturale, su pietra calcarea, accompagnato da magnifici muretti a secco. Siamo nella campagna iblea tra il territorio di Noto e Palazzolo Acreide, qui ci troviamo immersi nella gariga di timo e mirto, e una volta raggiunto un enorme tavolato di pietra posto a 500 mt di altezza, saremo di fronte ad antico caseggiato rurale detto Masseria Cutrera- grande proprietà terriera con villa rustica-. Da qui volgendo lo sguardo in basso vedremo un tipico canyon ibleo e ci porteremo in basso per la raggiungere la Cava Bberritta. Una volta dentro la Cava,  faremo visita alla fonte Bberritta che sgorga da un costone  roccioso. Dopo esserci rilassati ed aver consumato il nostro pic nic, faremo ritorno verso il luogo di partenza. Pernotto e cena in agriturismo a Palazzolo Acreide.

 

Quinto giorno: Mountain bike

I Monti Iblei, da Palazzolo a Noto – 58 km con 750 metri di dislivello

In questa giornata si pedala da Palazzolo in direzione Noto, attraverso gli splendidi paesaggi dell’altopiano dei Monti Iblei.

In partenza è d’obbligo una breve visita alla Città Barocca di Palazzolo Acreide, Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco e nominato uno dei più bei borghi d’Italia.

Fondata nel 664 a.c., dai greci siracusani, Palazzolo Acreide è rinomata per le numerose chiese monumentali, due delle quali, la chiesa di San Paolo e la chiesa di San Sebastiano, nominate Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Successivamente il percorso ci porta in direzione Sud-Est, attraverso sentieri rurali caratterizzati dalla tipica morfologia calcareo-marmosa bianca dei Monti Iblei. Si pedala tra i tipici muretti a secco attraversando campi di macchia mediterranea dove non è raro imbattersi in arbusti di essenze selvatiche quali il rosmarino, l’origano e la salvia.

Prima di arrivare alla periferia di Noto, si passa dalla piccola frazione di Testa dell’Acqua, da dove si inizia la discesa verso Noto. Nei pressi della cittadina barocca ci si ferma per la cena e il pernotto.

 

mountain bike tra Palazzolo e Noto

Sesto giorno: Hike

Riserva Naturale Integrale di Vendicari – 6 Km con 50 metri di dislivello in salita

Incontro con la vostra guida naturalistica ed inizio dell’escursione.

All’interno della Riserva di Vendicari, vive indisturbato un intero ecosistema.

Frequentemente vi ritroverete davanti a paesaggi mozzafiato, vegetazione fitta che si apre improvvisamente su un mare cristallino, spiagge lunghe e dorate, che in poche centinaia di metri diventano rocce a strapiombo su un mare profondo.

Dai capanni di osservazione potrete ammirare Fenicotteri, Aironi, Cicogne che sostano qui prima di raggiungere le mete migratorie definitive. Quindi partiremo dall’antica città greca di Eloro, per raggiungere attraverso un sentiero che costeggia il mare, la bella spiaggia di Calamosche, qui se le condizioni meteo lo permettono sarà possibile fare un bagno.

Proseguendo verso la Tonnara di Vendicari il paesaggio si eleva su di un pianoro che guarda verso i Pantani. Questi sono formazioni di acqua salmastra riccamente popolati di avifauna. Dopo una sosta per fare del birdwatching, ci porteremo verso la spiaggia della Tonnara di Vendicari, qui faremo pic nic, prima di lasciare la Riserva. Cena e pernotto a Noto.

 

Settimo giorno: Mountain bike

Noto, Noto Antica e le spiagge sabbiose del profondo Sud – Km 62 con 900 metri di dislivello in salita

Si lascia l’agriturismo alla volta di Noto Antica, attraverso campi di mandorleti e la tipica macchia mediterranea. Si affronta l’unica salita impegnativa della giornata che porterà ai 400 metri delle rovine di Noto Antica, l’antica città di “Netum” sul monte Alveria, la Noto distrutta dal terremoto del 1693 e costruita più a valle in stile barocco. I resti ci lasciano intuire la magnificenza dell’antica città, arroccata all’incrocio di tre valli e resa inespugnabile da muri e profonde cave.

in bici nel barocco di Noto

Dopo aver pedalato all’interno della storia antica, ci dirigiamo in discesa verso la Noto moderna sita più a valle e procediamo per le vie più importanti e suggestive, che affascinano per lo straordinario barocco, sito Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2002.

Successivamente pedaliamo ancora in discesa alla volta del mare e delle bianche spiagge sabbiose di Eloro. Ci dirigiamo verso Sud, verso la punta estrema della Sicilia e dell’Europa, pedalando lungo il mar Ionio, passando dalle bellissime spiagge di Vendicari e San Lorenzo, prima di arrivare al delizioso borgo marinaro di Marzamemi. Se siete appassionati della serie Il Commissario Montalbano, riconoscerete a Marzamemi molti luoghi dove sono state girati alcuni episodi.

Al termine della pedalata, una granita alla mandorla, specialità locale, sarà la giusta ricompensa dopo una giornata passata in sella. Cena e pernotto in loco.

 

Ottavo Giorno: Partenza

Trasferimento all’aeroporto di Catania

Le tappe del tour

Pantalica
Sortino - Palazzolo
Palazzolo
Palazzolo - Noto
Vendicari
Noto - Marzamemi